di Domenico Dante

Il tempo interrotto – Breve storia dei Catari in Occidente

Disponibile in

€15,00

:

: Italiano pp. 168
: 978-88-7600-317-2

Sinossi

I catari realizzarono tra il XII e il XIV secolo un movimento eretico diffuso in vaste zone d’Europa. Essi furono combattuti già da san Bernardo, mentre per contenerne la diffusione nella Francia del Sud, san Domenico di Guzmàn fondò l’ordine dei predicatori: le dottrine catare vennero condannate dalla Chiesa e perseguitate, tanto che Innocenzo III bandì contro di essi nel 1208 ina crociata in Linguadoca e Provenza, la prima in terra cristiana, che assunse la forma di un vero e proprio sterminio. Furono numerosi i massacri, come la strage di Béziers, dove vennero trucidate migliaia di persone, cattolici, ebrei e catari,uomini, donne, bambini e anziani , in quella che è stata chiamata l’Hiroshima del Medioevo.

I catari hanno svolto un ruolo straordinario nella storia dell’Occidente ed è curioso che essi siano i grandi assenti della storia, gli scomparsi, le persone cui di solito si accenna solo per ricordare che nel 1208 fu bandita contro di loro da Innocenzo III una crociata nel sud della Francia, la prima in terra cristiana, dopo che nessun altro intervento, come la predicazione, il confronto dottrinale, l’innalzamento del bassissimo livello morale del clero cattolico, era riuscito a farli tacere Il fatto che un movimento religioso di dimensioni così rilevanti e che ha avuto tanta influenza, sia ai più del tutto sconosciuto, costringe a domandarsi che cosa sia stato cancellato, rimuovendo i catari dalla nostra storia e dalla nostra cultura.

Info Autore

Domenico Dante ha lavorato come giornalista per vari quotidiani e periodici italiani e per la Rai, occupandosi di problemi di informazione e cultura. Nel 2009 ha pubblicato, sempre con Palomar, Il tempo interrotto, breve storia dei catari in Occidente .

Note