di Marta Mizzi

Nel profumo degli iris viola

Disponibile in

€16,50

:

: Italiano pp.264
: 978-88-909775-3-4

Sinossi

In queste pagine si offre una sofferta lettura di una vita spensierata.
Al momento poetico, pervaso da un sentimento irrequieto, segue una prospettiva incerta in cui un amore deluso, sofferto, dilatante, passionale, sfocia nella violenza.
Un angoscia esistenziale tormentata dal tentativo di recuperare ogni motivo d’inquietudine ricucendo una storia privata ed assolutamente personale.
Una visione sofferta della vita in cui la speranza è solo essa, attenua i riscontri con una realtà difficile sui dati evidenziati dalla memoria con la profonda consapevolezza del mistero insito nelle piccole cose di ogni giorno.
Narrazione che suadentemente consente un grande coinvolgimento suggerito dai ricordi, non sempre piacevoli, in una atmosfera evidenziata da una personale visione, in cui ogni gesto ed ogni parola alimenta un’emozione reale della “memoria della vita“.
Romanzo avvincente, che sin dalle primissime pagine, conquista l’attenzione del lettore. Inizia con un sapiente “Flashback” e proseguendo con i ricordi di un’infanzia serena, seguono avvenimenti traumatici che accompagneranno la protagonista nella sua vita. Affascinante, avventurosa, maledettamente tragica nella realtà.
La lettura, estremamente scorrevole, alterna colpi di scena ed immagini a volte cruente, che catturano l’attenzione e la curiosità del lettore, sino all’ultima riga.

Info Autore

Marta Mizzi ha iniziato il cammino di poetessa e di scrittrice in età scolare, attratta dall’arte e dalla letteratura come bellezza gratificante gli occhi, la mente, l’animo.
Nel corso degli anni si è aggiudicata vari premi, tra cui nel 2005 e nel 2010, il premio “Selezione Europea di Poesia” bandito dal Corriere della Sera.
Dopo sette sillogi poetiche già editate, giunge oggi alla pubblicazione di un romanzo che intriga e coinvolge il lettore, trascinandolo in una situazione da vivere in prima persona.
I suoi studi sono stati condotti nel percorso di laurea in economia e commercio, ma i veri amori della sua vita, la letteratura, la filosofia, e l’etica, hanno continuato ad essere discipline di studio costanti, come un “faro” che illumini la sua rotta.
Nell’ultimo decennio ha pubblicato:
Diario di viaggio in viola – Il Sacro e il Profano – Le ragioni dello Scorpione – Lune dell’Angelo empio – Stile Libero – Anima diversa
Marta Mizzi è presente, tra l’altro, nell’Antologia dei Poeti Emergenti della Letteratura Italiana.

Note